Che crema mettere sui tatuaggi e come scegliere quella giusta? Ecco la risposta.

Stai per fare un nuovo o il tuo primo tatuaggio e vorresti prendertene cura al meglio, facilitando il processo di guarigione della pelle? Allora ti starai sicuramente chiedendo quale crema mettere sui tatuaggi e come scegliere la migliore tra le tante in commercio.

Informarti per tempo ed evitare di scegliere di fretta è davvero un'ottima idea: ti stai dando l'opportunità di usare il prodotto ideale per la tua pelle e di acquistare subito la crema giusta, senza cambiarla in corso d'opera.

Oggi vogliamo risolvere tutti i tuoi dubbi e aiutarti in questa decisione. Parleremo degli ingredienti, della densità e, più in generale, dei requisiti che dovrebbe avere una buona crema per tatuaggi, così che tu possa selezionare con calma quella più giusta per te.

Le caratteristiche di una buona crema post tatuaggio

Usare il prodotto giusto per la pelle appena tatuata è fondamentale per preservare il colore dell'inchiostro e l'integrità delle linee, evitare parti di tatuaggio scolorite e ottenere un perfetto risultato finale.

Certo, il lavoro del tatuatore è essenziale, ma bisogna fare estrema attenzione anche ai prodotti da usare per la cura della pelle (e a come utilizzarli), altrimenti si rischia di rendere l'impegno del professionista completamente vano.

crema da mettere su tatuaggio appena fatto

Ma quali sono le peculiarità di un'ottima crema da usare sui tatuaggi?

Ecco su quali caratteristiche dovresti concentrarti:

  • Ingredienti: una buona crema per tattoo è ricca di agenti idratanti, lenitivi e protettivi (meglio se in gran parte di origine vegetale, in modo che diano nutrimento e agiscano da barriera senza impedire la naturale traspirazione). Tra i più importanti troviamo il pantenolo, ingrediente rigenerante, idratante ed elasticizzante per la cute.
  • Densità del prodotto: la consistenza ideale delle creme e dei burri per i nuovi tatuaggi non è troppo pastosa. Il prodotto deve spalmarsi facilmente senza creare attrito.

Un'altra caratteristica, non meno importante delle altre, è questa: il prodotto che utilizzi dovrebbe essere specifico per la cura del tatuaggio, in modo che abbia una formulazione dedicata a proteggere al meglio la zona interessata, evitare le infezioni e la secchezza.

Mai usare creme viso, creme corpo, burro di karité puro o altri prodotti non dedicati, perché potresti compromettere il risultato finale.

Affinché tu possa scegliere nella maniera più possibile consapevole quale crema usare per i tatuaggi, approfondiamo, di seguito, questi punti.

L'importanza degli ingredienti attivi per la guarigione del tattoo

Come anticipato, i prodotti per tatuaggi dovrebbero sempre contenere ingredienti idratanti, lenitivi e soprattutto di barriera. In fase di guarigione, infatti, è molto importante che la cute sia protetta dagli agenti esterni e che perda pochissimi liquidi, rimanendo ben nutrita ed elastica, mai disidratata.

Attenzione: mai far seccare la pelle appena tatuata. Il risultato finale potrebbe risentirne in maniera irrimediabile (se non con la ribattitura del tatuaggio).

Puoi verificare la formulazione delle creme nella lista degli ingredienti dei cosmetici (INCI), che si trova obbligatoriamente in etichetta.

Questo elenco è ordinato in base alla percentuale di sostanza presente all'interno del prodotto: si parte dal componente presente in quantità maggiore fino ad arrivare all'ingrediente presente in quantità minore.

Ma quali prediligere?

Ecco qualche esempio:

  • pantenolo, rigenerante ed estremamente idratante. Non dovrebbe mai mancare nelle creme da mettere sui tatuaggi;
  • burro di karité: forma una barriera traspirante sul tatuaggio, nutre e dona elasticità alla pelle;
  • oli vegetali, come l'olio di oliva e l'olio di germe di grano: idratano a fondo e mantengono la pelle ben idratata a lungo;
  • aloe vera, calendula o altri ingredienti lenitivi naturali: eccezionali per dare sollievo alla cute arrossata e sensibile.

Bisogna poi considerare delle sostanze che impediscano il più possibile la perdita di idratazione e che formino uno strato protettivo sulla parte interessata.

Non è necessario che tali componenti siano di origine vegetale – è molto difficile trovare un prodotto cosmetico naturale al 100%, anche se alcune creme si avvicinano di molto a questo tasso –, ma è essenziale che svolgano l'azione sopra-citata.

Tra questi, i più indicati per i prodotti post tattoo sono la cera d'api, la paraffina liquida e la vaselina (anche se la consistenza di quest'ultima è di solito poco tollerata dalle persone).

Paraffina liquida: è veramente da evitare?

La presenza della paraffina in molti prodotti per tatuaggi è motivata dal fatto che riesca a creare una barriera sulla cute, mantenga l'idratazione a lungo e impedisca la penetrazione di agenti esterni.

Dunque, se scorrendo la lista degli ingredienti trovi una sostanza indicata come Paraffinum Liquidum, non ti preoccupare: è del tutto sensato.

A meno che tu non soffra di allergia a questo ingrediente, la sua presenza, soprattutto in piccole quantità, non dovrebbe essere un problema. Nonostante venga demonizzata, è necessario attenersi ai fatti: studi scientifici dedicati hanno dimostrato che quest'olio minerale sia una sostanza lipofila che non penetra nella pelle umana.

Semplicemente, impedisce il più possibile la disidratazione, ed ecco perché è così comune trovarla nei prodotti per la cura dei tatuaggi.

Inoltre, gli oli minerali sono ammessi nei cosmetici solo se conformi alle specifiche di purezza e ai requisiti di sicurezza stabiliti dalla farmacopea europea e dal regolamento UE sui cosmetici EC/1223/2009.

Passano dunque per un accurato processo di raffinazione volto ad eliminare eventuali sostanze con potenziale cancerogeno.

Naturalmente, soprattutto per la corretta traspirazione della pelle, è bene che gli ingredienti occlusivi come la paraffina (cioè che non si legano al film idrolipidico della pelle, ma formano un'ulteriore barriera riducendo l'evaporazione dei fluidi cutanei) siano presenti in basse quantità e uniti ad ingredienti non occlusivi e, se possibile, naturali.

Dalla formulazione della crema e dal bilanciamento tra gli ingredienti dipende anche la consistenza del prodotto, molto importante per ottenere un ottimo risultato finale.

La consistenza ideale di una crema per la cura del tatuaggio

Durante la fase di guarigione, si verifica la formazione di piccole croste sulla superficie della zona tatuata, spesso accompagnata da una sensazione di prurito e dal colore del tatuaggio meno brillante rispetto ai giorni precedenti.

Tali crosticine devono staccarsi autonomamente dalla pelle. I tatuatori raccomandano di asciugare il tatuaggio tamponandolo con della carta o un asciugamano pulito, mai sfregando, e di fare attenzione a non staccare le croste durante le operazioni di detersione della cute e di applicazione della crema.

Per questo motivo è preferibile scegliere una crema fluida che si spalma facilmente e in maniera uniforme senza creare troppo attrito. Bisognerebbe evitare le pomate pastose, che generano resistenza e possono favorire il distacco precoce delle croste.

Inoltre, in base alla densità, alla semplicità di stesura e ad altre caratteristiche, potresti preferire un burro per tatuaggi alla vera e propria crema.

burro o crema da usare per tatuaggi

Conoscere la texture di un prodotto prima di utilizzarlo è difficile, ma non impossibile: online si trovano tantissime recensioni sui prodotti, e spesso chi ha utilizzato una crema scrive anche feedback sulla fluidità e sulla facilità di applicazione.

In conclusione

Dopo aver fatto un tatuaggio, il prodotto per la cura ti accompagna per circa due settimane e, più in generale, fino alla completa guarigione della pelle (che coincide, solitamente, con il distacco delle ultime croste).

La crema, da spalmare più volte al giorno, deve svolgere dei compiti estremamente importanti:

  • idratare a lungo,
  • favorire la perfetta guarigione della cute,
  • tutelare la pelle dagli agenti esterni e dalla disidratazione formando una barriera protettiva,
  • dare sollievo al derma traumatizzato dagli aghi.

Una semplice crema idratante per il viso o per il corpo non è sufficiente. Scegli un prodotto specifico per il tatuaggio appena fatto, come la crema per tatuaggi al pantenolo Dulàc Farmaceutici, leggi le recensioni e tieni bene a mente ciò che hai letto in questo articolo.

Hai tutti gli strumenti per fare una scelta consapevole.

Vedi tutte le notizie